Lo studio della Cosmesi a Ferrara tra tradizione ed innovazione

Il sapere che viene dalla tradizione popolare coniugato alla innovazione tecnologica come binomio nello sviluppo sostenibile cosmetico. Ferrara e sede di sapere cosmetico sin dall'800 a.c. Contributo di Silvia Vertuani e Stefano Manfredini

Chiostro S.M. Grazie Sede COSMAST dal 1980.

 

La parola “cosmetico” che deriva dal greco kosmetikòs, ovvero “atto ad  abbellire”, ed in questo significato riscontriamo il destino e la storia del cosmetico nella civiltà occidentale. Per secoli, infatti, unguenti, belletti e pomate hanno adornato, abbellito, mascherato l’inestetismo alimentando il il lato edonistico dell’individuo.Dopo la conquista della Grecia, anche i Romani impararono a curare il proprio aspetto fisico e ad assumere, molte delle loro abitudini igieniche. Bagni termali, massaggi con oli preziosi, trattamenti estetici applicati in tutto il corpo conquistarono sia gli uomini che le donne abbienti e il ritrovamento di numerosi dipinti e manuali di bellezza dell’epoca ne è una vivida testimonianza. I cosmetici utilizzati in casa dalle donne romane richiedevano preparazione giornaliera e venivano applicati con un adeguato cerimoniale da un gruppo di cosmetae, giovani schiave specializzate in tali pratiche, sotto la supervisione di una donna più anziana, chiamata ornatrix.

Nella lingua inglese la parola cosmetico venne introdotta solo nel 1605 da Francis  Bacon nel “Progresso della conoscenza”, ma non verrà utilizzato correntemente nella lingua sino al 1650.   Solo verso la fine del Settecento gli enciclopedisti francesi interpretarono il concetto di cosmesi come ad indicare una parte della medicina e dell'estetica col proposito definito di conservare, curare, mantenere la bellezza del corpo, nonché l'elasticità la freschezza della carnagione, la morbidezza del volto, la vitalità della capigliatura.

Tuttavia, grazie ai progressi fatti dalle ricerche nei vari campi scientifici che sottendono al progresso in campo cosmetologico sono  sicuramente maturate nuove aspettative nei confronti del cosmetico. Si potrebbe quasi definire una sorta di nuova dimensione cosmetologica dove la cosmesi trascende i suoi confini linguistici, per trasformarsi in scienza che studia il benessere della pelle e dei suoi annessi. Una Scienza che sta acquisendo sempre più rilevanza come sbocco professionale del Farmacista nel campo della Ricerca, Produzione e Consiglio. (COSMETICI IN FARMACIA Fonte COSMOPROF 2015)

Il sapere che viene dalla tradizione popolare coniugato alla innovazione tecnologica come binomio nello sviluppo sostenibile cosmetico. Ferrara e sede di sapere cosmetico sin dall'800 a.c.



Contributo di Silvia Vertuani e Stefano Manfredini